11.8.10

Emicrania (di Roland Barthes)

Ho preso l’abitudine di dire emicrania per mal di testa (forse perché è una bella parola). Questa parola impropria (perché non è solo con la metà della testa che soffro) è una parola socialmente giusta: attributo mitologico della donna borghese e del letterato, l’emicrania è un fatto di classe: lo vedete voi il proletario o il piccolo commerciante che ha delle emicranie? La divisione sociale passa attraverso il mio corpo: il mio corpo è esso stesso sociale.

---

Da Barthes di Roland Barthes, Einaudi 1975

Nessun commento:

statistiche